Archivio | 4:29 pm

DISNEYLAND – ( Sergio Caputo )

23 Apr

 

La faccia l’ho persa bidoni fa
avevo un bel vestito blu…
il cibo per gatti ingoiato già
mi rese ispido, lunatico…

Vorrei ritornare a Disneyland,
ma tu non mi ci porti più…
le gocce di pioggia piovute giù
son solo trappole di cellophane…

Feticci, cartacce, l’argenteria
il mare li ha portati via…
a volte mi sento Guglielmo Tell…
ma non ho i numeri,
lo sai che cos’è?

Mi dimentico le cose
ma le cose sono lì
che mi guardano nervose… e tu…
mi guardi così…
Mi dimentico il mio nome,
ma il nome di chi è?
e di un attimo che esplose… e tu…
che pensi di me…

Gli specchi non sono abitabili,
rovesciano le immagini,
i sogni non sono vivibili…
son l’apriscatole… degli incubi…

Vorrei ritornare a Disneyland,
ma a te non te ne importa più…
insegui Venezia che affondano,
tappeti magici… che volano…

Chi torna, chi parte, chi dove va…?
le luci della mia città,
le foglie d’autunno che cadono,
non è romantico raccoglierle?

Mi dimentico le cose,
ma le cose sono lì…
che mi agguantano furiose… e tu…
non farmi così…
mi dimentico il tuo nome,
ma il tuo nome di chi è…?
è di un grappolo di rose… e tu…
che dici di me?”

 

( Sergio Caputo – “Disneyland” – Album “Lontano che vai”)

RIFARSI UNA VITA ( Sergio Caputo )

23 Apr

Fuori si fa sera,
che guinness vuoi bruciare

a spingere le porte,
con scritto su “tirare”…
cosa fai….

E i Frankestein nascosti nell’armadio,
palloni che non hanno mai volato…
il clan dei panni sporchi,
mi aspetta giù all’uscita…
che confusione, io…
vado a rifarmi una vita…
…vado a rifarmi una…

Fuori si fa sera,
che luna pensierosa…
vorrei dimenticare,
ma non ricordo cosa…
dove sei…

Torni dalla pioggia,
ti offro un temporale…
dov’è che sei ferita…
dov’è che ti fa male…
dove vai? [dai,dai,dai…]

Il clown che stai cercando ha traslocato,
chissà su quale nave s’è imbarcato…
se trovi l’eldorado… mi mandi una pepita…
scusa un momento, io …
vado a rifarmi una vita…
… vado a rifarmi una …”

 
( Sergio Caputo – “Rifarsi una vita” – Album “Lontano che vai” )